Arthur Cravan – Bastiaan David van der Velden

Arthur Cravan all’Istituto Dr. Schmidt

Bastiaan van der Velden - Arthur Cravan: Kicker, Schüler, Sängerknabe, 1900-1902

Dalla primavera dell’anno 1900 e per i consecutivi due anni, Fabian Avenarius Lloyd (più tardi conosciuto come Arthur Cravan) ha studiato presso l’Institut auf dem Rosenberg, fondato dal Dr. Schmidt, di San Gallo, in Svizzera. Il collegio, tuttora esistente, si trova sulla collina della città. È composto da un edificio principale e di varie dipendenze con le zone notte, una sala per la cena e varie sale per lo studio. Il dottor Schmidt dirigeva il suo istituto aiutato dalla mano paterna e le regole della casa erano numerose e dettagliate: erano lunghe trenta pagine. Bastiaan David van der Velden, che da numerosi anni studia approfonditamente la vita di Arthur Cravan, ha avuto la possibilità di analizzare tutti i det- tagli della vita di Cravan nel collegio. Lo ha seguito passo dopo passo, nei mi- nimi particolari all’interno della scuola e anche nelle gite esterne. Nel mese di luglio del 1900 gli studenti si recarono sul lago di Costanza dove, alla baia di Manzell, videro uno dei primi Zeppelin. All’inizio del mese di aprile 1901 fece- ro un viaggio scolastico anche a Milano e a Genova.

La vita di Arthur Cravan, dopo aver lasciato San Gallo, è nota per i suoi viaggi in tutto il mondo. Frequenta una scuola in Inghilterra, lavora come tassi- sta a Berlino, è raccoglitore di limoni negli Stati Uniti, marinaio su una nave in Australia e nel 1909 si stabilisce a Parigi. Lì si dedicherà al pugilato diventando campione dei pesi massimi dilettanti in stile inglese. Vi inizierà anche la sua carriera di poeta, scrittore e performer adottando il nome di Arthur Cravan.

Dal 9 settembre al 3 ottobre 2010 Bastiaan van der Velden ha esposto il risultato della sua ricerca: i numerosi documenti che ha portato alla luce; tutti documenti originali tratti dai registri scolastici che riguardano la vita di Cravan nell’istituto del Dr. Schmidt durante i due anni della sua adolescenza (1900-1902). Tutti questi documenti sono stati esposti al Point Jaune Museum di San Gallo, ex ufficio postale della fine dell’800, che ha aperto da alcuni anni le sue porte alla ‘Patafisica. L’allestimento illustrava la vita dello studente che divenne il famoso poeta-pugile partendo da San Gallo, via Parigi, New York, per finire tragicamente con la sua scomparsa in Messico.

Della mostra dal titolo Arthur Cravan: Kicker, Schüler, Sängerknabe, 1900-1902 è stata realizzata un libro di 20 pagine stampato a mano e tirato in 77 esemplari firmati da Martin Amstutz, che oltre a essere fondatore e curatore del museo è pure redattore e editore (stampa a mano con lettere mobili) del giornale Wochenblatt. Il libro raccoglie estratti di testi, poesie e parti di documenti rinvenuti in francese e tedesco. (T. Lorandi)

Rispondi