Personalità patafisiche

Alcune personalità che hanno saputo nel corso del loro soggiorno sul piano fenomenico mantenere e fare mantenere una faustrollica eccellenza e che per ciò, non si sono ignorate in quanto patafisiche. Ora sedute accanto al dottor Faustroll, sul piano dell’Ethernità, si meritano le parole che Ubu disse per sé stesso: «Noi, suo isomorfo, siamo bello. L’uomo abbagliato si inclina davanti alla nostra Bellezza, riflesso inconscio della nostra anima di Saggio. E tutti devono alle nostre ginocchia, rispettosi, bruciare l’incenso».

Alfred Jarry, Guignol, Atto III, scena II