La storia del calendario patafisico

Calendrier Pataphysique Perpétuel, 4è édition, Collège de ‘Pataphysique, 1971 volgare

Calendrier Pataphysique Perpétuel, 4è édition, Collège de ‘Pataphysique, 1971 volgareCalendrier Pataphysique Perpétuel, 4è édition, Collège de ‘Pataphysique, 1971 volgareCalendrier Pataphysique Perpétuel, 4è édition, Collège de ‘Pataphysique, 1971 volgare Calendrier Pataphysique Perpétuel, 4è édition                  Collège de ‘Pataphysique, 1971 volgare

Nel 76 dell’Era Patafisica (1948 volgare), con la Costituzione del Collegio di ’Patafisica in Francia e la redazione degli Statuti, è annunciata l’Era Patafisica che inizia l’8 settembre 1873, giorno della nascita di Alfred Jarry. La prima edizione francese del Calendario Patafisico Perpetuo avviene dopo sei mesi in 300 esemplari.

Per realizzare quest’Opera monumentale, Sua Magnificenza il Dr. Sandomir, Vice Curatore Fondatore del Collegio, riunisce una Rota Astrologica Straordinaria che raggruppa tutte le luminescenze patafisiche competenti per portare a termine il lavoro. La prima edizione si esaurisce presto e nel 78 E.P. viene stampata una seconda edizione; ne seguiranno altre due con piccole variazioni. Il 27 tatane 97, Sua Magnificenza terzo Vice Curatore Opach, decide la revisione della terza edizione e l’8 gole 98 (1971 volgare) è stampata una quarta edizione che è tutt’ora la versione ufficiale  in Francia. Il Collage de ‘Pataphysique ha tradotto proprio questa versione.

Il Calendario Patafisico s’ispira ai calendari degli Almanacchi di Padre Ubu2 di Alfred Jarry, ma i nomi dei 13 mesi sono originali. Sono vocaboli tipicamente jarryani, neologismi che si trovano nell’opera dell’autore. Alcuni Santi del Calendario sono puri “esseri” di linguaggio, giochi di parole; altri sono nomi di personaggi tratti dalla letteratura o personalità significative che hanno manifestato La Scienza patafisica in opere o azioni. Possiamo dire che il Calendario è una sorta di nomenclatura e raccolta di codici, indicazioni, illustrazioni e dati che rappresentano o che hanno edificato il pensiero patafisico.

Feste e vacuazioni

Nel Calendario si riconoscono 6 diversi tipi di festa e ogni giorno dell’anno è Festa Suprema. 10 giorni sono qualificati come Feste Supreme Prime (di cui 2 Feste Supreme Prime prime e 8 Feste Supreme Prime seconde), 22 come Feste Supreme Seconde e 41 come Feste Supreme Terze; tutti gli altri giorni sono Feste Supreme Quarte. La sesta categoria di feste porta il nome di “vacuazione”: è una non-festa, sconosciuta dagli altri calendari.
Per riconoscere la tipologia, le feste sono identificate con una tipografia caratteristica: per questo il Calendario è accompagnato da istruzioni per l’uso.

Calendario Patafisico Perpetuo - istruzioni d'uso in Italiano

Calendario Patafisico Perpetuo – istruzioni d’uso in Italiano

Hunyadì e perpetuità del Calendario

L’anno patafisico ha la stessa durata dell’anno apparente, ma è diviso in 13 mesi: assoluto, haha, asso, sabbia, decervellaggio, gole, pedale, clinamen, palotino, merdra, giduglia, tatana, fallo.

Ogni mese conta 28 + 1 giorno. I’1, l’8, il 15 e il 22 sono domeniche e tutti i 13 sono venerdì. Il Calendario Patafisico è calendario Perpetuo!

Il 29° giorno porta il nome di hunyadì ed è un giorno “immaginario”. L’hunyadì del mese di giduglia è “grasso” tutti gli anni e quello del mese di gole è “grasso” gli anni bisestili.

Moltiplicando i 13 mesi per i 29 gironi si arriva ai 377 giorni dell’anno patafisico.

Sono stati mantenuti i nomi dei giorni del calendario gregoriano, ma la terza edizione del nostro Calendario dice che: «Una convenzione impone preferibilmente l’uso del merdoledì»3.

Tania Lorandi





1
Vedi l’Articolo 12 (§ 2), “Quaderno” n.0, p. 21. Le date dell’Era Patafisica, seguite da (E.P.), si distinguono dalle date volgari del calendario gregoriano che sono seguite dall’abbreviazione (volg.). 2 Due testi fondamentali sfortunatamente non ancora tradotti in italiano. 3 Stampato il 29 clinamen 82 E.P. per l’Erratum.

 

 

Addentrati nel Calendario Patafisico Perpetuo.

– CLICCA sull’immagine per saperne di più

Il calendario patafisico perpetuo tradotto in italiano dal Collage de ’Pataphysique

Il calendario patafisico perpetuo tradotto in italiano dal Collage de ’Pataphysique

 

Rispondi