Alfred Jarry (Sacha Guitry)

Ritratto di Alfred Jarry, F. A. Cazals, 1897

Ritratto di Alfred Jarry, F. A. Cazals, 1897

Torniamo a Jarry. Viveva quindi in quel tugurio, sul bordo dell’acqua, quando l’ho conosciuto. Era in miseria – ma era molto difficile, quasi impossibile far accettare un centesimo a quel piccolo bretone fiero e testardo. Indossava gli abiti di Vallette e le scarpe di Rachilde, che gli dimostravano tanta affettuosa bontà! Naturalmente non riusciva ad entrare completamente con i piedi nelle scarpe di Rachilde,  – ma le preferiva a quelle di Vallette, per i tacchi che lo facevano più alto.

A pochi metri dalla “casa” di Jarry c’era un piccolo bar dove i marinai si dissetavano, aspettando l’apertura delle chiuse. Era lì che andava troppo spesso a sedersi. A volte lo raggiungevamo. Un giorno Demolder lo rimproverò, dicendogli che avrebbe dovuto smettere di bere cosi tanto.

 – Devo, per forza! E ci spiegò misteriosamente: – I proprietari di questa bettola non osano chiedermi la somma considerevole che devo da due anni, perché sanno benissimo che mi perderebbero come cliente, esigendone il pagamento! Se io non venissi a prendere il mio assenzio per due giorni, non esiterebbero a mettermi il coltello alla gola. Bevo per non pagare quello che devo!

Era di un’estrema comicità, ma questo affliggeva doppiamente il caro Demolder, perché era lui che senza dire nulla pagava ogni settimana tutto ciò che Jarry consumava da due anni in quel bar.

È morto, in ospedale, a 33 anni.

Jarry era dotato di una gran destrezza con l’arco e la cerbottana, così come con la pistola.
Un giorno, salito sul tetto della sua casa, si divertiva a colpire le mele di una vicina. Lei si mise a gridare: – Fermatevi, ucciderete i miei figli! E lui rispose: – Ve ne farò altri, signora!

Alfred Jarry, Sacha Guitry
tratto da Cinquante ans d’occupations, «Si j’ai bonne mémoire»
Presses de la Cité, collezione “Omnibus”, 1992 (Traduzione T. Lorandi)

Se  cerchi libri di ‘Patafisica che affrontano l’opera letterarie di Alfred Jarry, questo sito fa per te!

Clicca sulla immagine per accedere

 

Rispondi