Novelle stralunate dopo Bocaccio, Riscritte nell’italiano d’oggi – Elisabetta Menetti

Novelle stralunate dopo Bocaccio, Riscritte nell’italiano d’oggi - Elisabetta Menetti

La novella italiana a partire da Boccaccio è stato uno dei generi letterari più letto, apprezzato e imitato in Europa, e rappresenta una delle migliori stagioni letterarie italiane. Ma se Boccaccio è rimasto un autore molto noto, meno conosciuti sono quelli che hanno scritto dopo di lui e sulle sue orme. In questo libro Elisabetta Menetti ha scelto le novelle più rappresentative, sorprendenti, conturbanti e fantastiche di autori del Quattrocento e Cinquecento italiano: Sacchetti, Sercambi, il Piovano Arlotto, Straparola, Masuccio Salernitano, Bandello, Molza, Morlini, Arienti, Gherardi da Prato, Manetti, Grazzini, Doni, Fortini, Ser Giovanni Fiorentino.

L’italiano dell’epoca non è facile per tutti da leggere; per questo le novelle sono state riscritte nell’italiano d’oggi da alcuni stimati autori e  traduttori, in modo da riavere quella freschezza  e quella comicità immediata che le caratterizzava. (T. Lorandi)
Le trascrizioni sono di Dino Baldi, Daniele Benati, Nicola Bonazzi, Ermanno Cavazzoni, Gianni Celati, Ugo Cornia, Ivan Levrini, Giovanni Maccari, Simona Mambrini, Nunzia Palmieri, Giovanni Previdi e Jean Talon.

Novelle stralunate dopo Bocaccio, Riscritte nell’italiano d’oggi
a cura di Elisabetta Menetti
Quolibet
138 E.P.

Rispondi